Buone feste

Ghirlandaio_Nativita2018

Pubblicato in Eventi | Commenti disabilitati

Premiazione Campionato di Costruzione 2018

TargaCampionato2018Il giorno 2 dicembre 2018 in occasione della cena sociale di fine anno è stato premiato il vincitore del Campionato di Costruzione 2018. Dopo le nove serate dove i nostri soci si sono confrontati, con la costruzione di altrettante imitazioni per la pesca, è uscito come vincitore, a 66 punti, il socio Continua a leggere

Pubblicato in Cene e pranzi, Eventi, Gare costruzione | Commenti disabilitati

Pierangelo Grillo


PierangeloGrilloIl 12 ottobre 2018 al Fly c’è stata la serata con ospite: Pierangelo Grillo. Dopo i convenevoli per mettere a proprio agio il nostro ospite ho pensato che in queste serate sarebbe utile far conoscere ai soci anche l’aspetto umano e sociale di essi. Per questo ho preparato qualche domanda per un’intervista che preceda la costruzione degli artificiali proposti dal nostro ospite.

Preparata la postazione, la fotocamera e accomodati i soci presenti, ho iniziato l’intervista: Continua a leggere

Pubblicato in Articoli, Costruzione, Eventi, Interviste | Commenti disabilitati

Progetto Tione dei Monti

 

Cenni storici del Fiume Tione dei Monti

Tione (1)Il fiume Tione dei Monti ha origine da una risorgiva situata nella parte orientale del Comune di Lazise. Il corso del fiume attraversa buona parte del territorio delle colline moreniche del Garda, passando per comuni e paesi come Castelnuovo, Oliosi, S. Lucia ai Monti, Custoza e Villafranca. Confluisce nel fiume Tione (2)Tartaro a Povegliano Veronese, dove prosegue il suo corso in armonia con il territorio circostante. In altri tempi vieniva chiamato ” Tejon”, un termine antico per definire in modo dialettale la canna palustre, che cresceva rigogliosa sulle sue rive. Il Tione dei Monti è un fiume che ha le Tione (5)caratteristiche di un torrente, con movimenti rigogliosi ed estrema variabilità di deflusso, con alternanza di piene e di portate limitate. Scorre tra distese di prati e all’ombra di boschi collinari. La sua acqua è limpida e fresca all’inizio di primavera, poi si intorpidisce ricevendo acqua da numerose rogge e canali di irrigazione soprattutto nel periodo estivo. In autunno il suo flusso si calma nuovamente e l’acqua torna a scorrere nitida e paciosa in Tione (3)luoghi dove il tempo sembra si sia fermato. Uno di questi luoghi è il tratto che scorre al limitare del paese di S. Lucia ai Monti e continua verso la valle detta “Dei Mulini”, un luogo dalle caratteristiche naturali uniche. Qui convivono ecosistemi in equilibrio tra loro, distese di terreni coltivati alternate da zone incolte e altreTione (4) boschive. In mezzo scorre il Fiume Tione che percorre questi luoghi con tutta la sua importanza, circondato da platani, querce e salici, dove un visitatore attento può vivere momenti di pace ed attimi di rara bellezza.

P.L.

Finalità del progetto di ripopolamento di un tratto del Fiume Tione dei Monti

La proposta dell’immissione di cavedani  è emersa dopo numerose battute di pesca, nel tratto in esame, in cui i pescatori hanno potuto notare una drastica diminuzione di questo pesce nei confronti della popolazione complessiva degli altri ciprinidi  presenti, in prevalenza carpe e altre specie di piccola taglia. Nonostante la qualità dell’acqua, la presenza di fauna bentonica, la morfologia variabile del fiume con tratti alternati in cui la corrente è veloce e lenta a causa di ostacoli naturali presenti nell’alveo, ne rendono ideale l’abitat. L’obiettivo quindi è riportare, per quanto sia possibile, la fauna ittica ad un livello tale da rendere il tratto interessante dal punto di vista alieutico,  per i giovani pescatori locali e dei paesi limitrofi. In secondo luogo che le persone visitano o che passeggiano lungo il tratto del Tione possano beneficiare della vista di un fiume, vivo e in buona salute.

fauna-bentonica-tionePer quanto si è potuto verificare, la presenza di fauna bentonica è abbondante e ben diversificata, con una massiccia presenza di numerose specie di tricotteri, di effimere e di altri insetti terricoli che cadono involontariamente nel fiume, diventando cibo per il pesci. Quindi presenza di una buona quantità di nutrienti che dovrebbero alimentare i nostri amici pinnuti.

In conseguenza di queste verifiche si è pensato di ripopolare artificialmente, in via sperimentale, con la specie Cavedano (squalius cephalus), e con misure che vanno dai 10squalius_cephalus ai 25 cm. unicamente per aiutare la popolazione scarsa di questo pesce, la cui riproduzione naturale risulta sempre più insufficiente e complicata, nonostante l’ambiente sia ancora in buona salute. Per questo motivo si è ritenuto utile integrarne artificialmente la quantità, con esemplari giovani, che dopo un periodo di ambientazione e di crescita potranno riprodursi naturalmente, perpetuandone così la specie.

Con questo ripopolamento il Fly Casting Club Verona non considererà concluso il proprio impegno ma si adopererà con altre e diverse iniziative per far conoscere il fiume e i sui abitanti promuovendo altresì una pesca quanto più sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

 D.N.R.

Pubblicato in Articoli, News, Reportages | Commenti disabilitati

Intervista di Live Social Radio Verona al presidente

Intervistahttps://www.facebook.com/livesocialradioverona/videos/682396078782169/

Pubblicato in Eventi, Tecnica | Commenti disabilitati